Da non perdere! L'esperto Semalt condivide 7 tipi di prove SEO

La pratica SEO è ancora giovane e in crescita. I sostenitori hanno sostenuto l'idea che la SEO è una scienza che ha portato al dibattito su quale approccio SEO funziona meglio in tutte le situazioni. Ci sono molte prove tecniche sulla forma e la forma del SEO.

Se la SEO è una scienza, come si comporta una scienza? La scienza si basa sul presupposto fondamentale che l'universo segua ordinatamente regole che possono essere determinate dall'osservazione e dalla sperimentazione prima che qualsiasi ipotesi venga verificata. Si presume inoltre che queste regole cambino staticamente solo molto lentamente anche laddove vi siano drastici cambiamenti di paradigma. Il mondo della SEO è strutturato e ordinato, ma le regole o gli algoritmi per la SEO cambiano quasi quotidianamente. Qualsiasi tentativo di fare affidamento sull'osservazione qui non fornirebbe risultati accurati se non fatto per un intero anno civile.

Nik Chaykovskiy, Senior Customer Success Manager di Semalt , esamina 7 tipi di prove SEO e la loro applicabilità nel rendere SEO una scienza matura tra cui:

1. Prove profetiche

Questo proviene da esperti che scrivono algoritmi o codici su cui si basa il SEO. Il loro contributo è unico in quanto è un dato di fatto, e si siedono in cima alla montagna SEO come profeti biblici. Pertanto, dobbiamo avere la capacità di conciliare le loro dichiarazioni accurate in quanto non possiamo modificare noi stessi i codici SEO. Nella parte bassa, l'evidenza profetica manca di interessi acquisiti e talvolta può sembrare criptica.

2. Evidenza aneddotica

Questa è la prova dell'esperienza dell'utente personale. Tutte le scienze iniziano con l'osservazione e la SEO guida le modifiche apportate ai siti Web e analizza l'effetto sulle classifiche. Questa prova è abbondantemente presente e quindi facile da raccogliere come punto di partenza per qualsiasi indagine scientifica sul SEO. D'altro canto, le esperienze degli utenti possono essere distorte da un individuo all'altro, quindi un'esperienza non può raccontare l'intera storia.

3. Sperimentazione selvaggia

Tutte le scienze sono sperimentali. Nel SEO, per un'ipotesi che "l'aggiunta di parole chiave nel tag del titolo migliorerà le classifiche", apportiamo modifiche ai siti Web per testare le ipotesi e quindi misurare il risultato. La formazione e la verifica di un'ipotesi determina la causalità dei fattori che convalidano il processo. La sperimentazione deve essere ancora controllata per evitare di compromettere l'infrastruttura SEO esistente.

4. Sperimentazione controllata

In questa configurazione, vengono registrati diversi nomi di dominio e nuovi siti Web creati da zero. In alternativa, i siti sono costruiti fino a un certo punto dopo di che ogni singolo sito introduce le proprie modifiche. Questo approccio garantisce il controllo degli esperimenti senza compromettere altre funzioni. Tuttavia, i siti creati in questo ambiente potrebbero non riflettere la complessità o la realtà dell'ambiente SEO attuale.

5. Prove di seconda mano

Sembra un sentito dire, ma in realtà tutte le esperienze e gli esperimenti sono stati condotti in passato per legittime fonti di prove. Alcuni fatti sulla SEO non devono essere confermati ripetendo esperimenti continuamente. In tali casi, l'evidenza presenta conclusioni attendibili del progresso scientifico.

6. Evidenza correlazionale

Nei set di dati di grandi dimensioni, è difficile separare le variabili o sperimentare. Al contrario, cerchi correlazioni tra set di dati. Questo aiuta a svelare relazioni matematiche, specialmente dove più variabili influenzano lo stesso risultato. Tuttavia, la correlazione potrebbe non garantire la causalità.

7. Simulazione su larga scala

Modelli di un universo SEO creati per testare l'ipotesi su larga scala. Il test di questi modelli presenta conclusioni approfondite che portano al miglioramento dei modelli. Raggiungere il controllo qui è possibile poiché è una sorta di SEO di laboratorio. Tuttavia, i risultati della simulazione sono validi solo come il modello in uso.

mass gmail